Come usare le landing page per trasformare l’attenzione in affari

Ti capita mai di invidiare quelle persone con centinaia di migliaia di seguaci su Twitter, numeri impressionanti di “Mi piace” su Facebook  o decine e decine di commenti sul blog?

Numeri che puoi solo sognarti.

Ma sono davvero quelli i numeri che contano?

Beh, non c’è da invidiarli tanto.

Almeno finché non siamo sicuri che in realtà queste persone hanno un business davvero di successo.

Cioè, hanno i numeri che contano. Non semplice traffico, like o retweet, ma VENDITE (Sportelli docet).

Infatti, anche quando sei riuscito a costruire una massiccia presenza online per la tua azienda o il tuo prodotto, non è affatto automatico che questa si traduca magicamente in affari.

Vero, ma il rovescio della medaglia va a tuo favore.

Per fare soldi, non devi necessariamente avere un triliardo di fan sui social.

Oggi ti parlo di come tradurre l’attenzione (che sul web, come dovresti sapere, è molto effimera) in clienti paganti.

Cominciamo

landing pages copypersuasivo business

In primo luogo, devi capire cos’è una landing page e a cosa ti serve.

Le landing page trasformano l’attenzione in azione.

Una landing page è una pagina web progettata per focalizzare l’attenzione del tuo visitatore e potenziale cliente, indirizzarla alle cose giuste, e convincerla ad agire.

Alcune delle azioni potrebbero ad esempio essere:

  • Effettuare un acquisto

  • Iscriversi alla tua lista e-mail

  • Firmare una petizione

  • Fare una donazione

Non ha molta importanza quale azione desideri che la persona prenda.

La landing page è in ogni caso lo strumento giusto per portarla ad agire.

Ciò significa che devi ridurre al minimo le distrazioni, tirare fuori tutte le tue abilità di copywriting (o rivolgerti a un esperto), e fare tutto il possibile per convincere la persona a compiere l’azione desiderata.

L’attenzione è merce rara di questi tempi.

L’attenzione sul web è rara come il sole su Londra.

Ci siamo passati tutti, e ci succede di continuo- stiamo per concentrarci seriamente su qualcosa che abbiamo trovato in rete… e quando alziamo la testa sono passati 45 minuti.

E per tutto il tempo, chissà come, siamo stati a guardare video di sport (almeno così è per me), a leggere ricette di torte al cioccolato, o semplicemente a cazzeggiare su Facebook.

Il web è il regno della distrazione, il che pone una sfida tremenda al tuo business.

Come fai a tenere il tuo pubblico incollato al tuo sito quando arriva il momento di fare vedere cosa hai da offrire?

Ecco perché le landing page sono in primo luogo un dispositivo per focalizzare l’attenzione. Portano il tuo cliente potenziale all’ingresso del locale e lo accompagnano dritto dritto alle vetrine, e poi alla cassa.

Ecco perché, tra l’altro, le landing page in genere non hanno barre laterali, né caselle di ricerca o link a qualcosa di diverso dall’azione desiderata.

COPYPERSUASIVO.COM_ATTENZIONE

Nelle landing page devi usare tutta la tua (o la mia) capacità di persuasione

Il copy persuasivo® determinerà il successo delle tue landing page.

Ti voglio svelare infatti quali sono gli elementi più importanti che non possono mancare:

  • Un titolo interessante che attiri i visitatori sulla pagina
  • Una discussione approfondita dei benefici (cioè i vantaggi, ciò che in pratica il prodotto fa per il tuo cliente) e delle caratteristiche
  • Una scrittura che susciti la curiosità e il desiderio per quello che vendi (anche se è gratis, come l’iscrizione alla tua mailing list)
  • Un chiaro invito all’azione (la call to action) che consenta alle persone di sapere esattamente che cosa fare alla fine
  • Alcuni grandi testimonianze, se le hai, per mostrare la tua competenza e credibilità

I numeri non mentono.

Secondo uno studio di Verba Creative:

  •  Le landing page producono il 47% di vendite in più
  • I vistatori che cliccano su una landing page hanno il 45% di probabilità di acquistare un prodotto
  • Il 70% delle ricerche da smartphone e apparecchi mobile si trasforma in azione nel giro di un’ora
  • Il 62% delle aziende B2B (che vendono ad altre aziende) che usano le landing page, ne hanno almeno tre diverse
  • Dopo aver aggiunto dei video, le vendite salgono del 216% (!!)
  • Le landing page ottimizzate per smartphone e mobile convertono molto di più rispetto ai siti web

I migliori strumenti per creare landing page

Vuoi iniziare anche tu a costruire un vero sito di vendita o semplicemente migliorarlo immensamente grazie alle landing page?

Puoi scegliere principalmente tra 3 software che ci sono in giro.

Sono tutti a pagamento, ma le tariffe variano a seconda del livello scelto.

Unbounce è sicuramente uno dei migliori (ma costa relativamente tanto, soprattutto per chi è all’inizio), Optimize Press è decisamente il più accessibile, semplice e quello più amato, soprattutto nella nuova versione 2.0; Lead Pages probabilmente è più versatile, e per le sue caratteristiche peculiari si completa bene anche con Optimize Press.

P.S.

Stai per mettere su il tuo nuovo sito o migliorare quello che già hai? Prima ancora di creare le tue landing page devi scegliere l’hosting.

Io ne ho provati diversi, e quello più comodo e con prestazioni migliori è sicuramente Bluehost.


P.P.S.

Se vuoi scoprire 3 tecniche a prova di principiante per rendere SUBITO più persuasivi i tuoi testi, inizia dal nuovo Piccolo Libro della Scrittura Persuasiva

Lascia un commento