[Caso studio] Da 0€ a 75.000€ dopo 11 mesi di content marketing persuasivo

La strategia di copy persuasivo® che ha fruttato 75k, a meno di 1 anno dall’apertura

È stato quasi un esperimento.

Ti sto per parlare di un progetto apparso per la prima volta nel mercato di recente, appena 1 anno fa. 

Oggi ha un sito fatto per vendere, con un blog affolato da 3900 utenti ogni mese, il 91,3% dei quali viene da traffico organico.

Questa strategia finora ha fatto arrivare dei lavori per un valore complessivo di 75.000€.

Come ci siamo riusciti? Per capirlo è importante che tu sappia  com’è cominciato tutto.

L’inizio dell’esperimento 

Servizio di Ristrutturazioni Chiavi in Mano, in Piemonte
di Alberto, imprenditore e ingegnere

Il protagonista di questa storia è Alberto, ideatore del progetto e nostro cliente con la sua azienda principale di finiture per l’edilizia.

Una persona che nel settore ci è nato e cresciuto, e che –  appena ha visto un’opportunità di crescita – ha scelto di investirci.

È successo nei primi mesi di campagna per la sua azienda, più di 1 anno e mezzo fa

Tra i lead che arrivavano c’erano alcuni che non chiedevano solamente i materiali o le finiture per i lavori, volevano un preventivo per una ristrutturazione completa. 

Dopo qualche rifiuto, i lead sono continuati ad arrivare. Allora, quando è la domanda a farsi avanti prima, ti sbrighi a creare l’offerta.

E per Alberto è stato facile, nel campo delle ristrutturazioni ci lavora da appena laureato, più di 20 anni fa – oltre a esserci cresciuto – quindi aveva già tutti gli strumenti e i contatti per cominciare a soddisfare la domanda.

Da lì abbiamo capito, ed è successo tutto molto velocemente.

La sfida – decollare il prima possibile anche se è un mercato affollato

Il servizio c’era, e Alberto voleva spostare tutti i nostri sforzi sul lancio del suo nuovo ramo dell’azienda. 

Dovevamo quindi arrivare ad avere risultati a breve, per 2 motivi:

  • testare il mercato per questo nuovo progetto,
  • far rientrare l’investimento nel minor tempo possibile. 

La strategia che abbiamo usato forse non è quella che ti aspetteresti. 

La nostra arma principale era il content marketing persuasivo e abbiamo scelto di investire pochissimo in ads, nonostante i giganti che si erano già ben piazzati sul mercato. 

Continua a leggere e ti mostro come abbiamo fatto breccia tra i Golia. 

La strategia di content marketing persuasivo contro i concorrenti dai budget ben più grandi

La prima cosa che abbiamo affrontato è stata il processo di studio e poi di analisi. Non è facile trovare l’angolo giusto per emergere, soprattutto quando hai servizi come FacileRistrutturare e ProntoPro che hanno il potere di investire molto più di te. Ed è stata dura specialmente per Alberto (mi ricorda ancora quanto aveva dovuto faticare per far uscire quelle informazioni da dentro sé stesso).

Definito il posizionamento di brand e il target, c’era da creare il sito da zero. 

caso-studio-content-marketing-persuasivo-copy-persuasivo-casi-studio

Il progetto doveva avere una nuova identità, totalmente diversa dal suo business principale, altrimenti sarebbe inevitabilmente sparito nella sua ombra.

La strategia di marketing, che abbiamo cucito su misura per Alberto, era quella di concentrare la maggior parte degli sforzi nel content marketing persuasivo. Il calendario editoriale era serrato, con l’obiettivo di indicizzarci al meglio, per poter godere a lungo termine di traffico organico costante (dopo ti mostrerò i dati e vedrai tu se ci siamo riusciti).

Sia per migliorare le statistiche del sito, sia per fare lead generation, abbiamo creato un magnete dinamico – un quiz – che raccoglieva i lead, dai lettori degli articoli. Non ci abbiamo mai messo budget sopra per sponsorizzarlo.

In effetti il vero magnete qui è il blog e i suoi articoli. Un magnete che richiede tempo e dedizione per essere creato, ma una volta avviato ti permette di fare lead generation con costi bassissimi e poca manutenzione.

Riguardo la strategia di content marketing persuasivo che abbiamo usato, vorrei rivelarti tutto, ma posso dirti solo queste cose:

  • il primo focus è stato sulle parole chiave. Per ogni articolo almeno 2 o 3 parole chiave, più altre keywords fisse da ripetere in tutto il blog con schemi precisi. L’ingrediente segreto è la scelta, che dipende tantissimo dalle tendenze del momento, in questo settore specialmente.
  • Abbiamo individuato i tipi di contenuto da pubblicare, a seconda del ruolo che avevano all’interno del sito (acchiappa utenti, di contenuto per l’autorevolezza, attualità). Alternarli per ottenere i risultati sperati non è solo scienza, è anche intuizione.
  • Costanza, puntualità e dedizione, sono state tutte fondamentali per permetterci di arrivare ai risultati che abbiamo ottenuto dopo 1 anno di lavoro.

Sapevamo bene che una strategia così sarebbe stata una maratona.

I risultati non sono arrivati subito, e come puoi immaginare, è facile perdersi d’animo e rinunciare. Dopo 4 mesi le visite erano ancora poche e i lead ancora meno.

Contando la fase di preparazione, i mesi erano diventati quasi 6 e ancora nulla. Ci siamo chiesti onestamente se avessimo tutti preso un abbaglio, come può capitare. Abbiamo valutato se cambiare strategia? 

Certo, ma era ancora presto per dire: mollo tutto, non ha funzionato. In alcune strategie un reagente essenziale è il tempo, e se non è abbastanza, la reazione non parte.

Poi, il primo picco di visualizzazione è arrivato. Tutto su 1 articolo, questo.

Quando succede, ti devi attaccare ad Analytics e studiare. Così abbiamo fatto per capire quale elemento aveva svegliato gli utenti e come si sarebbe evoluto il loro comportamento. 

Mentre il traffico scendeva, com’è normale dopo un picco su 1 pagina, abbiamo integrato il nostro calendario editoriale con contenuti diversi.

Dopo 1 mese, il picco non era sceso del tutto e si vedeva chiaramente un trend di crescita (che ancora oggi non si è fermato). Vecchi articoli hanno cominciato a posizionarsi bene sui motori di ricerca, senza doverli riscrivere o nulla di simile. Perché se hai scritto bene, con in testa una strategia precisa, i tuoi contenuti si indicizzano (quasi) da soli.

Ora forse ti aspetti un cambio improvviso, un colpo di scena, ma mi dispiace dirti che non c’è. 

La forza del content marketing persuasivo è lenta, ma riesce ad arrivare molto lontano.

Come ti ho accennato prima, non abbiamo destinato grandi budget alle ads. Infatti in totale, nel corso di 1 anno, abbiamo speso circa 200 € in campagne per gli articoli e 40€ per la pagina di vendita.

Bene, sai quanto ha fruttato questo investimento?

I risultati dopo 1 anno di content marketing persuasivo

Il sito della nuova attività di Alberto, oggi sta benone. Il flusso di traffico organico non si è fermato ed ecco qui le sue ultime analisi.

Negli ultimi 28 giorni abbiamo avuto quasi 4.000 utenti attivi sul sito, il 91,3% dei quali viene da traffico organico. Complessivamente la fetta di traffico organico in 1 anno corrisponde all’83%. I lead sono cresciuti insieme agli utenti e le conversioni, alla fine sono arrivate.

Oggi Alberto ha un sito che vende da solo, con pochissimo investimento e un ritorno notevole. A oggi ha accettato dei lavori per valore complessivo di 75.000€. Ma ne ha rifiutati molti di più perché erano lead fuori dal suo territorio d’azione o poco interessanti per la sua attività. 

Infatti complessivamente sono stati richiesti 11 preventivi, per un totale di 800.000€.

Alberto si è gode quell’enorme soddisfazione personale di essere riuscito a espandere la propria attività in un altro settore. 

Era una vita che faceva esattamente questo – il suo lavoro sconfinava già naturalmente in questo campo e a lui è sempre piaciuto – ma non aveva mai avuto il coraggio di provarci davvero. Insomma, ora è riuscito a monetizzare un’altra delle sue passioni 🙂

Cosa puoi impare da questo caso

Non sempre i risultati arrivano subito, lo sappiamo. 

Alberto dopo 4 mesi avrebbe potuto chiudere tutto e considerare l’esperimento come fallito. Ma ha avuto la saggezza e la forza di continuare a investire e aspettare che i tempi fossero maturi.

Se è un mercato già strutturato ci vuole pazienza, ci vuole tenacia e uno sguardo al futuro.

I veri risultati, quelli che ti danno davvero soddisfazione e non solo 48 ore di euforia, arrivano solo per chi riesce a tenere duro. 

E non serve investire grosse cifre in campagne pubblicitarie, ma soprattutto contenuti di valore che attirino il tuo cliente ideale. Solamente grazie al content marketing persuasivo, siamo riusciti a far partire una nuova attività in un anno, partendo da zero e portandola ampiamente a ROI.

Ora, se vuoi raggiungere anche tu dei risultati simili a quelli di Alberto e avere a disposizione un intero team di professionisti pronto a creare dei contenuti persuasivi e un funnel strategico per la tua attività, puoi fare 1 cosa.

Compila subito il questionario e acquista la Sessione Strategica. 

Avrai a tua disposizione direttamente Andrea Lisi, per capire come impostare il tuo progetto e se puoi diventare uno dei nostri prossimi casi di successo.

Francesco Cogoni

Un commento su “[Caso studio] Da 0€ a 75.000€ dopo 11 mesi di content marketing persuasivo”

Lascia un commento

Prima di andare via prendi il mio Report gratis.

In poche pagine ho condensato l'approccio che ha già generato oltre 4 milioni di euro per me e i miei clienti.

Vediamo se può fare anche al caso tuo.

Compila il modulo qui sotto e ti mando subito il Report Gratis!

Parola di Andrea Lisi.